Batti il muro

Il libro che desidero segnalare è un romanzo per adolescenti: Antonio Ferrara, Batti il muro, Ed. Rizzoli, 2011.

E’ la storia di una bambina, Caterina, la cui madre, almeno una volta al mese, entrava e usciva dal manicomio; per “piccoli periodi di cura” come li chiamava il padre della bambina. Di tanto in tanto, la madre chiedeva a Caterina di entrare nell’armadio di casa. L’anta si chiudeva in fretta e la bambina rimaneva lì, al buio e in silenzio. Poi piano piano si procurò una torcia e dei libri. La storia che Ferrara narra magistralmente è davvero accaduta. Caterina è oggi una fervida, appassionata libraia. Perché, come scriveva Anna Frank nel suo Diario, “La gente non sa quanto siano importanti i libri per uno che sta nascosto”.

Di Manuela Trinci

Ultimi articoli

Questione di prospettive

Questo contributo nasce per un carissimo amico e compagno di viaggio nel mio travagliato...

L’Eracle paraolimpico

Il mito di Eracle è certamente uno dei più affascinanti della mitologia greca proprio...

La crisi afghana e il fallimento delle politiche europee.

L’attuale drammatica situazione dell’Afghanistan pone l’Europa e l’Italia a fronte di scelte cruciali, e...

La Rivoluzione stanca

I costi sempre crescenti dei sistemi sanitari possono essere letti secondo molti e separati...

L’ossimoro carcerario

In questo articolo riportiamo un’intervista realizzata nell’ambito della rete internazionale INTDC (International Network of...
Articolo precedenteMedea
Prossimo articoloDettagli inutili