Raffaele Bracalenti

Medico dal 1981, ha incominciato ad occuparsi di psicoanalisi con Sandro Gindro dall’età di diciannove anni. Prestissimo è divenuto collaboratore di Gindro affiancandolo sia nell’attività clinica sia in quella di ricerca. Da sempre è interessato, oltre all’attività clinica, all’uso della psicoanalisi in contesti non clinici (scuole, servizi sociali, comunità): si è così occupato di formazione di insegnanti, assistenti sociali, educatori, e anche dello sviluppo di nuove modalità di lavoro sociale in contesti diversi. E’ socio fondatore dell’Iprs, dove ha ricoperto la carica di vicepresidente dalla fondazione al 2002, anno in cui è divenuto Presidente, dopo la morte del fondatore Sandro Gindro. Nel corso di quasi trent’anni di attività di ricerca si è occupato principalmente di: minori (minori e devianza, bullismo, dispersione scolastica, minori stranieri), giustizia riparativa, immigrazione, discriminazione, razzismo. Ha ricoperto la funzione di Direttore scientifico e Coordinatore in un numero rilevante di progetti nazionali e europei sui temi dell’infanzia e dell’adolescenza nei programmi Daphne, DG Employment, Social Affairs and Inclusion; DG Home Affairs; DG Justice; DG Research (nell’ambito del settimo programma quadro e ora di Horizon) e per conto della Presidenza del Consiglio, del Ministero del Lavoro, del Ministero dell’Interno, sui temi dell’adolescenza e dell’infanzia, delle migrazioni e dell’integrazione; il rapporto tra minori e Giustizia Minorile declinato, esso stesso, in ulteriori specifici assi di intervento quali: la comunicazione sociale, la messa a punto di strumenti per la condivisione di saperi e linguaggi tra Giustizia Minorile e servizi sanitari.
2 POSTS

L’Eracle paraolimpico

Il mito di Eracle è certamente uno dei più affascinanti della mitologia greca proprio perché condensa nel nome e nel destino la contraddittorietà dell’essere umano: Eracle onora, nel nome, la dea Era che lo perseguiterà tutta la vita. È il campione della forza ed è messo costantemente alla prova...

La Rivoluzione stanca

I costi sempre crescenti dei sistemi sanitari possono essere letti secondo molti e separati punti di vista: uno riguarda il vertiginoso aumento dei costi delle pratiche sanitarie, solo in parte giustificato dagli investimenti necessari per garantire i processi terapeutici: di fatto i sistemi sanitari garantiscono profitti altissimi, e questo...

Ultimi articoli

Questione di prospettive

Questo contributo nasce per un carissimo amico e compagno di viaggio nel mio travagliato percorso formativo, personale e professionale....

L’Eracle paraolimpico

Il mito di Eracle è certamente uno dei più affascinanti della mitologia greca proprio perché condensa nel nome e...

La crisi afghana e il fallimento delle politiche europee.

L’attuale drammatica situazione dell’Afghanistan pone l’Europa e l’Italia a fronte di scelte cruciali, e da come verrà affrontata oggi...

La Rivoluzione stanca

I costi sempre crescenti dei sistemi sanitari possono essere letti secondo molti e separati punti di vista: uno riguarda...

L’ossimoro carcerario

In questo articolo riportiamo un’intervista realizzata nell’ambito della rete internazionale INTDC (International Network of Democratic Therapeutic Communities) al Dr....