Acqua salata

Acqua salata di Jessica Andrews

Avevo un insegnante di lettere speciale che mi faceva credere che le mie idee fossero importanti. Mi fece conoscere scrittori che mi legarono le loro parole attorno ai polsi e mi impedirono di cadere nel vuoto.

Il tema del disagio giovanile è oggi ancora più incombente, per la giovane Lucy tutto è sofferenza, inadeguatezza, bisogno di riscatto, attraverso la scrittura del suo diario, riesce a dar forma al flusso dei pensieri e delle emozioni, da subito emergono il rapporto viscerale con la madre,  le paure, i conflitti e le sfide legate alla disabilità del fratello e all’alcolismo del padre. Da Londra torna in Irlanda venendo a patti col proprio passato e decidere cosa fare del proprio futuro.

Di Roberta Famulari

Ultimi articoli

Questione di prospettive

Questo contributo nasce per un carissimo amico e compagno di viaggio nel mio travagliato...

L’Eracle paraolimpico

Il mito di Eracle è certamente uno dei più affascinanti della mitologia greca proprio...

La crisi afghana e il fallimento delle politiche europee.

L’attuale drammatica situazione dell’Afghanistan pone l’Europa e l’Italia a fronte di scelte cruciali, e...

La Rivoluzione stanca

I costi sempre crescenti dei sistemi sanitari possono essere letti secondo molti e separati...

L’ossimoro carcerario

In questo articolo riportiamo un’intervista realizzata nell’ambito della rete internazionale INTDC (International Network of...
Articolo precedenteEducazione di una canaglia
Prossimo articoloCecità