Dettagli inutili

Dettagli inutili di Alberto Fragomeni (Edizioni Alpha Beta Verlag, Merano 2016) con prefazione di Massimo Cirri, libro che ripercorre l’esperienza personale quotidiana dell’autore attraverso i luoghi della salute mentale della sua città. Riporto per completezza il risvolto di copertina che condivido: “La fluidità e la scorrevolezza della sua scrittura, ironica e spontaneamente autoironica, fornisce un affresco chiaro e puntuale di come gira il mondo “da quelle parti”, dove la giornata è scandita dall’assunzione del farmaco, dal desiderio di una sigaretta, dagli odori e le immagini degli ambienti, dalle relazioni timorose e timide con i medici e gli altri degenti; dove insomma il più banale gesto della quotidianità viene vivisezionato, analizzato e considerato nell’ottica del dubbio e della preoccupazione di non riuscire mai a raggiungere la sponda della normalità. L’ impressione che si ricava è una messa a fuoco schietta e a tratti perfino comica dei luoghi comuni che gravitano intorno all’ immaginario della follia.

Di Mario Colucci

Ultimi articoli

Questione di prospettive

Questo contributo nasce per un carissimo amico e compagno di viaggio nel mio travagliato...

L’Eracle paraolimpico

Il mito di Eracle è certamente uno dei più affascinanti della mitologia greca proprio...

La crisi afghana e il fallimento delle politiche europee.

L’attuale drammatica situazione dell’Afghanistan pone l’Europa e l’Italia a fronte di scelte cruciali, e...

La Rivoluzione stanca

I costi sempre crescenti dei sistemi sanitari possono essere letti secondo molti e separati...

L’ossimoro carcerario

In questo articolo riportiamo un’intervista realizzata nell’ambito della rete internazionale INTDC (International Network of...
Articolo precedenteBatti il muro
Prossimo articoloEducazione di una canaglia